PARROCCHIA SAN SEBASTIANO MARTIRE

di Paterno di Avezzano

Get Adobe Flash player

Chi è on line

Abbiamo 4 visitatori e nessun utente online

Login Form

La Grotta dell’Eremita.

L’antico sentiero che da Paterno sale al Romitorio di S.Onofrio ti chiede impegno, ma ti regala un’emozione indimenticabile. Passo dopo passo, procedendo tra cespugli intrigati e rudimentali muretti di protezione, avverti, con il profumo del ginepro e delle acacie, gli echi mai spenti di preghiere devote: è l’invisibile compagnia dei pellegrini che, nei secoli passati, salivano, talvolta a piedi nudi, al Santuario.
Difficile decifrare i mille aneliti che da sempre orientano il cuore dell’uomo verso i luoghi sacri, ma è certo che da questi promana il fascino del Mistero: quasi che lì il Soprannaturale si renda presente…
Carica di Mistero e di risonanze simboliche è la Grotta. Riparo naturale dalle intemperie e dalla calura estiva, essa ispira protezione, come il grembo materno; favorisce il raccoglimento e la meditazione orante; si apre all’accoglienza del viandante e del pellegrino. Dagli anfratti della Cappadocia e della Tebaide, dal “Sacro Speco” di Subiaco e dalla “Grotta di S.Angelo” nel Gargano ai rifugi rupestri delle “Meteore” in Grecia e delle “Carceri” francescane in Assisi… le grotte hanno favorito l’ascesi e il misticismo di grandi Santi del Cristianesimo: tra le loro pareti di roccia hanno accolto il Cielo!
La “Grotta dell’Eremita”, presso la sorgente e la chiesa di S.Onofrio, è stata resa di recente più accessibile e accogliente dai Confratelli. E’ comune desiderio accentuarne il carattere sacro con un significativo altorilievo raffigurante S.Onofrio in preghiera e con altri adeguati segni religiosi. Essa diventerà così luogo-simbolo in cui sostare in solitudine e ritrovare, con l’aiuto del Santo, la pace con Dio e con sé stessi. E’ il versante interiore della Festa.

Sac. Antonio Salone